Home > Fotovoltaico, Raspberry > Monitoraggio energetico con Raspberry – Guida all’installazione e configurazione – LETTURA AD IMPULSI

Monitoraggio energetico con Raspberry – Guida all’installazione e configurazione – LETTURA AD IMPULSI

Come promesso ecco la mia dettagliata guida su come installare e configurare il software MeterN sul vostro Raspberry, a fianco del fratello 123solar.

Avrete quindi un completo e dettagliato sistema di monitoraggio energetico della vostra produzione fotovoltaica e dei vostri consumi elettrici.

 

La seguente guida vi illustrerà come realizzare il vostro sistema di monitoraggio energetico impiegando semplicemente un Raspberry, un contatore dotato di bus S0 ad impulsi ed i software free 123solar e MeterN, già descritti in un precedente articolo.

I passaggi necessari per installare e configurare tutto il sistema non sono sicuramente semplici e veloci, ma vi garantisco che i risultati saranno all’altezza del tempo impiegato.

 


Se poi ci aggiungiamo che tutto il sistema può essere realizzato con un costo inferiore agli 80,00 euro ……

Eccovi quindi la mia guida con il sistema di lettura ad impulsi:

 

Se invece siete interessati a realizzare il vostro sistema di monitoraggio con i contatori SDM120modbus o SDM220modbus e la lettura tramite RS485, QUI potete trovare una mia dettagliata guida passo passo.

Buon divertimento :D

 

Buona lettura e Buon divertimento con il vostro Raspi :D

Ti potrebbero interessare:

Categorie:Fotovoltaico, Raspberry
  1. gio
    23 dicembre 2014 a 13:10 | #1

    Ciao ho letto la tua guida, avrei alcune domande da porti:
    Si può usare una resistenza più grande di 200 ohm? o è necessario utilizzare questa?
    Nella guida usi uno script java. Perchè non ne hai utilizzato direttamente uno in python per controllare le GPIO? In caso dove è possibile vedere il codice sorgente non compilato?

  2. ninodifranco
    9 gennaio 2015 a 15:36 | #2

    ciao Flavio
    complimenti per la guida
    purtroppo però non sono riuscito a far funzionare il sistema
    il mio impianto è multinverter e per importare i dati della produzione da 123solar dovevo utilizzare “pool123solar”
    e qui arriva il primo problema, pool123solar importa i dati di un solo inverter,
    risolvo duplicando “pool123solar” in pool123solar2″ e riesco a leggere i dati del secondo inverter.
    A questo punto pensavo di aver risolto, configuro “eflow” per avere prelievi, immissioni e autoconsumo, e qui arriva il problema che non riesco a risolvere, il calcolo viene effettuato solo tenendo conto della produzione del secondo inverter,
    quindi le immissioni non sono quelle di tutto il sistema.
    Esiste una configurazione che mi permetta di far funzionare questo maledetto monitoraggio, o mi devo rassegnare definitivamente?

    • 9 gennaio 2015 a 16:37 | #3

      La soluzione è di modificare il file eflow, affinchè tenga conto delle produzioni dei due inverter e non solo di uno, avendo così un whin1 e whin2

      Non è impossibile da fare, perchè eflow sostanzialmente legge i valori loggati nei file csv ai 5 minuti precedenti, per cui si tratta di fargli solo leggere entrambi gli inverter e sommare la produzione.

      Eventualmente prova ad aprire una discussione sul forum di metern
      L’autore Jeanmarc è solitamente disponibile.

      PS: se riesci nell’impresa ti chiedo se puoi cortesemente inviarmi il dettaglio delle modifiche che hai fatto al fine di integrare la mia guida. GRAZIE :D

  3. ninodifranco
    9 gennaio 2015 a 18:50 | #4

    Flavio grazie della risposta tempestiva,
    purtroppo non capisco tanto di php, proverò a porre il quesito a jeanmarc
    se trovo una soluzione ti faccio sapere.

  4. ninodifranco
    19 gennaio 2015 a 19:50 | #5

    Flavio sono riuscito a modificare eflow, ne ho fatto uno che legge 2 inverter ed un altro che legge fino a 3 inverter, se ti interessa te lo passo e ti spiego come configurarlo,
    in oltre c’è da sostituire 2 file di metern per far funzionare il gauge,
    le due modifiche sono indipendenti una dall’altra

  5. Andrea
    28 aprile 2015 a 11:27 | #6

    Ciao Flavio,
    complimenti per la guida, veramente dettagliata e fruibile anche per uno che come me ci capisce il giusto sia di elettronica che di programmazione.
    Ho una domanda da porti. Sarebbe possibile collegare 4 trasmettitori ad impulsi? Se si mi potresti dare indicazioni sui collegamenti necessari e le eventuali modifiche da apportare alla programmazione del Raspberry? So che la strada più semplice sarebbe stata quella di utilizzare contatori rs485 ma non riesco a trovarne con ingombro di 1 din ed un prezzo “umano”.

    Grazie mille
    Andrea

  6. alexdelli
    30 aprile 2015 a 15:13 | #7

    Ciao, grazie per la guida.
    Sapresti darmi una dritta per collegare un sensore per la lettura del Gas, come questo?
    Grazie

    http://www.ebay.it/itm/Infrared-reflective-Photoelectric-Switch-IR-Barrier-Line-Track-sensor-TCRT5000L-/271654282267

    • 1 maggio 2015 a 10:44 | #8

      Non capisco come tu possa fare a leggere il gas con quel sensore ad infrarossi.

      I contatori del gas sono quasi tutti predisposti per montare un contatto reed (magnetico). Il modo più semplice per leggere i consumi del gas è montare questo contato sul contatore che dà un impulso ogni tot mc di gas, e poi usare il sistema di misura ad impulsi sul raspberry.

      NOTA: per evitare false letture, sul contatto reed deve essere installato un semplice circuitino di antirimbalzo, in quanto invece che leggere un impulso il sistema potrebbe leggerne una serie per via della commutazione meccanica del contatto che dà un segnale “sporco”.

  7. Gaetano
    22 novembre 2016 a 11:20 | #9

    Buongiorno Flavio e complimenti per il progetto. Sto per buttarmi nel mondo di raspberry per il monitoraggio ma ho due dubbi:
    1)Hai esperienza di problemi con cavi (per modbus) lunghi? e per lunghi intendo 20 metri.
    2)Avendo un inverter compatibile è necessario un solo contatore sdm per registrare i consumi. Nel mio caso però vorrei aggiungere un altro sdm per il monitoraggio del solo consumo elettrico della pompa di calore. E’ possibile in meterN+123 solar solo visualizzare questo altro dato?

    grazie mille :)

    • 22 novembre 2016 a 11:50 | #10

      1) Ho anch’io quella lunghezza ed uso un cavo di rete schermato. 20m non è molto lungo. 200m è lungo :)
      2) Certo puoi mettere fino ad un massimo di 32 dispositivi sullo stesso bus

      Per altre domante per favore usa il FORUM

  8. Gaetano
    22 novembre 2016 a 11:55 | #11

    Grazie Flavio :)

  1. Nessun trackback ancora...


9 − = sei

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi